Nato con lo scopo di andare alle radici della passione per la lettura e per promuoverne il valore formativo e culturale fin dall’infanzia e dall’adolescenza, il Premio Strega Ragazze e Ragazzi è il nuovo concorso letterario promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci, Strega Alberti Benevento SpA, BolognaFiere – Bologna Children’s Book Fair e Centro per il libro e la lettura.

Il Premio Strega Ragazze e Ragazzi, giunto alla sua quinta edizione, è assegnato a opere di narrativa pubblicate in Italia, anche in traduzione, tra il 1° luglio dell’anno precedente e il 30 giugno dell’anno in corso e prevede due categorie di concorso: una per libri destinati a lettrici e lettori dai 6 ai 10 anni (+6) e una per lettrici e lettori dagli 11 ai 15 anni (+11). Grazie alla collaborazione con una rete di scuole primarie e secondarie (primo e secondo grado) distribuite sul territorio nazionale, sono proprio i giovanissimi lettori a decretare con il loro voto i vincitori nelle due categorie.

È compito invece del Comitato scientifico del Premio – coordinato dal presidente della Fondazione Bellonci e composto da operatori culturali e studiosi di letteratura e editoria per l’infanzia – selezionare tra i titoli presentati dagli editori quelli che comporranno le due cinquine finaliste. Il nuovo concorso letterario si affianca al Premio Strega Giovani, istituito nel 2014, a conferma di un impegno costante nel diffondere e stimolare il piacere della narrativa presso i giovani, con l’intento di avvicinarli, fin dai primi anni di età, al mondo dei libri e della lettura.

La quarta edizione del Premio è stata vinta da Luca Doninelli con Tre casi per l’investigatore Wickson Alieni (Bompiani) per la categoria +6, rivolta alla fascia di lettori dai 6 ai 10 anni, con 16 voti (su 40 espressi) e Guido Sgardoli con The Stone. La settima pietra (Piemme), per la categoria +11, rivolta alla fascia dagli 11 ai 15 anni, con 150 voti (su 474).

Il bando della quinta edizione del Premio scade venerdì 12 luglio 2019. Le cinquine finaliste saranno rese note in autunno nell’ambito della manifestazione del Cepell Libriamoci.