Menu
  • Torna indietro
    Da venerdì 20 a domenica 22 settembre a Treviso va in scena la quinta edizione di "StatisticAll - Festival della Statistica e della Demografia", l’appuntamento annuale promosso da ISTAT, Società Italiana di Statistica, Società Statistica "Corrado Gini", con il patrocinio della Regione Veneto e del Comune di Treviso.
     

    Un Piano nazionale d’azione triennale per la promozione della lettura promosso con il concerto di tutti attori istituzionali; un ruolo di primo piano per il Centro per il libro e la lettura; un premio annuale di 500mila euro per la città capitale del libro, che prenderà vita sul modello della capitale della cultura; la nascita del bollino di qualità per le librerie; risorse alle scuole per le biblioteche scolastiche e la formazione del relativo personale. Ma anche "patti locali" per la lettura, l’istituzione di una ‘carta della cultura’, la previsione di incentivi fiscali per le librerie, una attenta regolamentazione del prezzo dei libri con l’introduzione di un limite agli sconti che sarà del 5 per cento, salvo che per i libri scolastici. Approvata alla Camera con 406 voti favorevoli, la pdl A.C. n. 478 per la promozione del libro e della lettura si avvia a diventare legge.

    "Finalmente l’intera classe politica italiana riconosce e sancisce il valore della lettura quale mezzo per lo sviluppo della conoscenza, la diffusione della cultura, la promozione del progresso civile, sociale ed economico del Paese", osserva Flavia Cristiano, direttrice del Cepell, sottolineando come il testo di legge rappresenti una novità rilevante e positiva proprio per l’attenzione organica dedicata al tema della lettura e a tutti i suoi attori.

     

    Quale modo migliore di iniziare l’anno scolastico se non guardando fin da subito ai progetti in programma? Nella consapevolezza che la continuità è un ingrediente decisivo per la riuscita e l’efficacia di ogni percorso formativo, anche per l’A.S. 2019/2020 Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole dà appuntamento nelle scuole italiane in Italia e all’estero, dall’infanzia alle superiori. Con un’importante novità: il progetto nazionale – promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attraverso la Direzione Generale per lo Studente e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – attraverso il Centro per il libro e la lettura – cambia date e, invece che a fine ottobre, torna dall’11 al 16 novembre 2019.

    Il Regolamento, emanato con DPR n. 34/2010 , sancisce il funzionamento del Centro per il libro e la lettura dotandolo di autonomia scientifica, finanziaria e organizzativa nell’ambito dei suoi compiti istituzionali.

    Il Centro si avvale di risorse finanziarie derivanti dalla Direzione generale per le biblioteche e gli istituti culturali del Ministero per i beni e le attività culturali e da proventi collegati ad attività di promozione, pubblicazione, consulenza e collaborazione con soggetti pubblici e privati, oltre che da contributi pubblici e privati italiani, comunitari o da organizzazioni internazionali.

    Il Centro può effettuare prestazioni a pagamento per conto di terzi e richiedere contributi per corsi o seminari di formazione e di aggiornamento o altre manifestazioni.

    Il Centro può istituire borse di studio e di ricerca.

     In questa sezione sono illustrate le linee di attività del Centro:

    • attuare politiche di diffusione del libro e iniziative di promozione della lettura in Italia anche attraverso l’organizzazione di manifestazioni ed eventi tra cui almeno una campagna nazionale annuale;
    • promuovere il libro, la cultura e gli autori italiani all’estero anche attraverso la partecipazione a saloni e fiere del libro in ambito internazionale in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri;
    • incentivare la realizzazione di progetti editoriali tematici volti a valorizzare le opere di autori contemporanei italiani e stranieri;
    • promuovere la lettura nelle istituzioni scolastiche con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca;
    • realizzare campagne informative per la promozione della lettura attraverso i mezzi di comunicazione con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
    • sostenere le attività di diffusione del libro e della lettura in particolare tra i giovani con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
    • incentivare l’attività di studio e ricerca sul libro, la lettura, la traduzione, l’editoria elettronica e multimediale e l’attività di produzione di monografie e periodici;
    • attuare e/o divulgare indagini conoscitive per monitorare il mercato editoriale e i comportamenti attinenti alla lettura sul territorio in ambiti generali o specifici;
    • raccogliere e la diffondere – a mezzo stampa, internet ecc. – informazioni e documentazioni relative all’attività del Centro;
    • sviluppare la conoscenza della rete delle biblioteche e dei relativi servizi.

    Il Centro per il raggiungimento di questi obiettivi collabora con Amministrazioni Pubbliche, Istituzioni Territoriali e soggetti privati che operano nella filiera del libro. In Italia le attività di promozione della lettura hanno dato vita a numerosi progetti, destinati soprattutto ad allargare la base dei lettori e rivolti ai giovani e alle scuole. Sono invece mirati e selettivi gli interventi di promozione del libro italiano all’estero.

    Quale modo migliore di iniziare l’anno scolastico se non guardando fin da subito ai progetti in programma? Nella consapevolezza che la continuità è un ingrediente decisivo per la riuscita e l’efficacia di ogni percorso formativo, anche per l’A.S. 2019/2020 Libriamoci. Giornate di lettura nelle scuole dà appuntamento nelle scuole italiane in Italia e all’estero, dall’infanzia alle superiori. Con un’importante novità: il progetto nazionale – promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca attraverso la Direzione Generale per lo Studente e dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali – attraverso il Centro per il libro e la lettura – cambia date e, invece che a fine ottobre, torna dall’11 al 16 novembre 2019.
    Vuoi restare aggiornato sulle nostre attività?

    Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com