La quinta edizione del premio di scrittura Scriviamoci, dedicato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado (a.s. 2018-19), ha avuto il seguente tema: "Tolleranza, pluralismo, diversità".

Promosso dal Centro per il libro e la lettura e dall'Atlante digitale del Novecento letterario, in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università della Ricerca, il premio ha riscontrato la partecipazione di 80 istituti scolastici (54 Licei e 26 Istituti superiori), distribuiti in 16 regioni italiane e una scuola italiana all’estero (Alessandria d’Egitto), per un totale di 183 elaborati.

La Commissione giudicatrice del concorso, composta da Carlo Albarello, Assunta Di Febo, Flavia Gentili, Matteo Girardi, Romano Montroni, Simonetta Teucci, Natascia Tonelli, ha esaminato gli elaborati tenendo conto di tre indicatori:

1- padronanza lessicale;

2- coerenza e coesione della scrittura;

3- originalità degli elaborati.

La Commissione ha così deliberato:

I classificato: Franco D’Andria con Mio fratello - (classe IV A, Liceo Scientifico Mantellate, Pistoia)

II classificato: Carla Longo con In spe contra spem (classe V E, Liceo Classico Musicale Zucchi – Monza)

III classificato: Federica Cedrone con L’amore conta, l’amore cambia (classe III F, Liceo Scientifico Peano – Roma)

Tutti i vincitori riceveranno in premio un kit di libri messi a disposizione dal gruppo GEMS ed il primo classificato parteciperà a uno stage presso la Scuola Holden di Torino. I racconti dei vincitori, insieme a una selezione di finalisti, saranno oggetto di una pubblicazione. La premiazione dei vincitori si terrà a Roma nell’ambito della fiera della piccola e media editoria Più libri più liberi (4 -8 dicembre 2019).