Menu
  • Dal 15 al 17 Maggio 1000 studenti di oltre 20 scuole della Campania parteciperanno alla premiazione delle borse di studio, incontri con autori, laboratori didattici, master class, faranno da giuria per scegliere il vincitore del festival della letteratura per ragazzi e giovani Campania Felix

    L’inaugurazione si terrà alle 17,00 del 15 maggio al Seminario Vescovile di Nola con la premiazione della borsa di studio “Lettura e scrittura creativa, la fiaba più bella, il racconto più bello”, rivolta a tutte le scuole di ogni ordine e grado della Regione Campania con l’obiettivo di avvicinare bambini, ragazzi e giovani alla lettura e alla scrittura. L’evento è promosso dalla Fondazione “Premio Cimitile” e dall’Associazione “Obiettivo Terzo Millennio”. 

    Il Presidente del Centro per il libro e la lettura Romano Montroni ha rilasciato un intervento sul caso della presenza della casa editrice Altaforte alla XXXII edizione del Salone Internazionale del libro  di Torino, riportato dal Corriere di Bologna del 7 maggio 2019.

    Dall'alto della sua pluriennale esperienza come libraio e formatore di librai presso la Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri, Montroni ha dichiarato che «un editore si definisce attraverso la qualità del proprio catalogo: questa è sempre stata la mia filosofia nel formare tanti librai e nell’orientare la gestione di tante librerie. [...] Le opinioni non rappresentano mai un reato. Però, detto questo [...] mi chiedo: posto che per fortuna in Italia abbiamo una legge che punisce l’apologia del fascismo, com’è possibile che la pubblicazione della biografia di Farinacci, o di titoli come La dottrina del fascismo (saggio firmato da Benito Mussolini in persona e scritto insieme a Giovanni Gentile nel 1923), Fascismo al femminile e La morte a grinta dura non infranga questa legge?». 

    Il Premio nazionale Nati per Leggere, giunto quest'anno alla sua X edizione, è un riconoscimento alla migliore produzione editoriale per i bambini in età prescolare. E' stato istituito nel 2009 dalla Regione Piemonte in collaborazione con la Città di Torino, il Salone Internazionale del Libro di Torino, il Coordinamento Nazionale Nati per Leggere e la rivista LiBeR. Ha ricevuto il patrocinio del Centro per il Libro e la Lettura del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e il patrocinio della sezione italiana IBBY. Il Premio ha ricevuto inoltre la medaglia della Presidenza della Repubblica Italiana.

    I vincitori della X edizione del Premio "Nati per leggere", annunciati lo scorso 16 aprile, saranno proclamati durante la cerimonia di premiazione che si terrà lunedì 13 maggio alle 17 nell’Arena del Bookstock Village del Salone Internazionale del Libro di Torino (9-13 maggio): sono stati scelti dalla giuria presieduta da Anna Parola (libraia della Libreria dei Ragazzi di Torino) e formata da esperti di letteratura infantile, pedagogisti, bibliotecari, educatori, pediatri. 

    Il quartiere romano di Centocelle riparte dalla lettura. Il quartiere è ricco di librerie, diventate nel tempo sempre più àncora, sempre più oasi, rifugio per chi non si arrende, nonostante tutto. Una libreria è un centro culturale, un modo di aggregare e di sperimentare cose nuove, provare emozioni nuove e fortissime.

    “Di libro in libro a Centocelle” si svolgerà sabato 11 maggio; è articolato come una vera e propria “marcia” del libro, che andrà a toccare tutti i santuari culturali di Centocelle. “Si partirà da piazza dei Mirti alle 15.30, luogo comodo perché ci si può arrivare anche con la metro C”, spiega Andrea Martire, presidente dell’Associazione Culturale CentRocelle, che ha organizzato la passeggiata. “L’idea di base sta nel fatto che le librerie oggi sono molto più che esercizi commerciali. Sono centri d’aggregazione, veicoli delle belle lettere, dispensatori di sogni per grandi e piccini – continua l’autore di Guida Verace di Centocelle e di Centocelle – evoluzione dell’imprenditoria locale. Mi è sembrato doveroso premiare la loro fondamentale opera e cercare di costruire attorno ad esse una rete di pratiche virtuose, partendo proprio dal simbolo dell’aggregazione e della creazione di una comunità, i libri”.  

    more videos
    ll libro è una cosa, lo si può mettere su un tavolo e guardarlo soltanto. Ma se lo apri e leggi diventa un mondo.
    Leonardo Sciascia
    Leonardo Sciascia
    Vuoi restare aggiornato sulle nostre attività?

    Powered by ChronoForms - ChronoEngine.com